Tipi di ricci

Che tipo di riccio ho?

Conoscere l’aspetto dei vostri capelli è fondamentale per iniziare il Curly Girl Method perché vi aiuterà a sapere quali prodotti e trattamenti sono adatti a voi in ogni momento. Uno dei fattori che determinano l’aspetto dei capelli è il tipo di ricciolo. Il momento perfetto per identificarlo è quando i capelli sono completamente sani e idratati. Quindi, se avete usato piastre o asciugacapelli e notate che i vostri capelli sono un po’ danneggiati, è meglio aspettare qualche mese fino a quando non saranno recuperati, in modo da avere un’idea più chiara del vostro ricciolo.

A seconda della forma dei capelli, si possono trovare fino a quattro diversi tipi di capelli: il tipo 1 è capelli lisci, il tipo 2 è capelli mossi, il tipo 3 è capelli ricci e il tipo 4 è capelli afro. All’interno delle categorie 2, 3 e 4 possiamo trovare tre sottotipi, classificati come A, B o C a seconda del diametro dell’onda, dell’arricciatura o della spirale. Qui sotto potete trovare le descrizioni di ciascuno di essi, in modo da poter verificare quale è più simile alla forma dei vostri riccioli.

Ricciolo tipo 2: capelli mossi

I capelli mossi sono caratterizzati da onde a forma di S. Tendono ad essere più lisci alla radice e hanno una leggera curvatura dalla metà alle punte. Questo tipo di capelli tende a ricciolarsi e a perdere facilmente la definizione, per cui è spesso difficile da classificare.

2A

Ricciolo tipo 2A

I capelli 2A tendono ad essere tra ondulati e lisci. Di solito ha radici lisce e i capelli cominciano ad arricciarsi dalla media alle punte. Non raggiunge ancora la S e di solito non ha molto volume.

2B

Ricciolo tipo 2B

I capelli 2B cominciano ad avere un’ondulazione a S. Alcune ragazze possono avere questo tipo di ondulazione in tutti i capelli, mentre altre la hanno solo dalla metà alle punte. Tende a diventare crespo e a perdere facilmente la definizione.

2C

Ricciolo tipo 2C

I capelli 2C cominciano ad avere le onde più pronunciate, in alcuni casi a spirale. Questo tipo di capelli non ha radici così lisce come i precedenti e in generale ha un volume molto maggiore e una tendenza all’effetto crespo.

Raccomandazioni per i capelli mossi

Se avete i capelli mossi, provate a usare prodotti leggeri – come quelli che vedete qui sotto – in modo che non appesantiscano i vostri capelli. Evitare tutti quelli che contengono numerosi oli tra i loro ingredienti. Se di solito si usa un leave-in prima di definire i capelli e si sente che sono troppo pesanti per i capelli, provare a sciacquarli un po’ con acqua. Dopo aver applicato il gel o la mousse che avete usato per definire i vostri capelli, utilizzate la tecnica del “plopping” e, per finire di asciugarli, utilizzate un diffusore come questo per ottenere onde più definite.

Ricciolo tipo 3: capelli ricci

I capelli di tipo 3 iniziano ad avere riccioli definiti ed elastici che formano spirali o anse. Le persone con i capelli ricci sono più interessate a ridurre l’effetto crespo e ad aggiungere definizione ai ricci utilizzando creme per lo styling e gel fissativi. Spesso è probabile che si trovi una miscela di riccioli e texture diverse all’interno dello stesso capello, quindi i nostri capelli possono essere 3A e avere riccioli più pronunciati e definiti, tipici dei capelli 3B. Questo è noto come multi-tessitura.

3A

Ricciolo tipo 3A

I capelli 3A hanno più definizione dei capelli 2C. I suoi riccioli sono a forma di S e sono molto più definiti ed elastici. Questo tipo di capelli tende a crespare e a perdere facilmente la definizione.

3B

Ricciolo tipo 3B

I capelli 3B hanno riccioli più stretti di 3A, formando spirali abbastanza definite e strette. È un capello con un volume sufficiente che tende a crespare facilmente.

3C

Ricciolo tipo 3C

I capelli 3C hanno riccioli molto definiti e stretti. Dei tre tipi di capelli ricci, questo è quello con il maggior volume e quello che subisce la maggior contrazione dei riccioli.

Raccomandazioni per i capelli ricci

Se avete i capelli ricci, alternate il co-washing con lo shampoo a basso contenuto di popo’ per mantenere i capelli idratati, in quanto l’idratazione è la chiave per mantenere i ricci definiti. Nel momento in cui vi accorgete che i vostri capelli soffrono di accumulo, lavateli con uno shampoo purificante. Cercate di mantenere un buon equilibrio tra umidità e proteine in modo che i vostri riccioli non perdano definizione. Prima di applicare i prodotti fissanti, usare il last-in prima di applicare i prodotti fissanti per fornire una maggiore idratazione ai capelli e quando si asciugano, cercare di non manipolarli eccessivamente per evitare l’effetto crespo.

Ricciolo tipo 4: capelli afro

I capelli afro possono apparire più corti di quanto non siano, poiché i riccioli sono molto piccoli, ricci e densi. Tende ad essere secco e piuttosto fragile per la sua consistenza, poiché gli oli naturali prodotti dalle ghiandole sebacee non riescono a idratarlo completamente. Per questo motivo, hanno bisogno di molti trattamenti di idratazione e di olio per evitare secchezza e crespo. Si verificano molti restringimenti durante l’asciugatura (fino al 75% della lunghezza dei capelli) e spesso usano tecniche di styling e definizione per allungare i riccioli.

4A

Ricciolo tipo 4A

I capelli 4A hanno riccioli molto stretti e sono vicini alla testa. Questo tipo di capelli è di solito fine e poroso, quindi ha bisogno di molta più idratazione.

4B

Ricciolo tipo 4B

I capelli 4B hanno riccioli a zigzag e possono contrarsi fino al 75%. Questo tipo di capelli è di solito denso e ha una consistenza un po’ ruvida.

4C

Ricciolo tipo 4C

I capelli 4C sono simili al 4B ma hanno meno definizione e più contrazione. La tessitura dei fili varia da molto fini e morbidi a ricci e spessi.

Raccomandazioni per i capelli afro

Se i tuoi capelli sono africani cerca di lavarli con il cowash ogni volta che puoi per evitare di asciugarli troppo.Continuare la routine di lavaggio applicando un balsamo per rendere molto più facile lo sbriciolamento. Effettuare regolarmente trattamenti di idratazione profonda e sigillare l’umidità con oli e burri. Utilizzare trecce o nodi Bantu per aggiungere definizione e lunghezza a riccioli molto stretti.

Altri fattori da considerare

Oltre al tipo di ricciolo, ci sono anche altri fattori che determinano l’aspetto dei capelli. Alcuni dei più importanti sono la porosità, la densità e lo spessore. Ecco perché due persone con lo stesso ricciolo possono avere capelli completamente diversi perché anche la porosità, la densità e lo spessore fanno parte dell’equazione. Conoscere tutti questi fattori è fondamentale per prendersi cura dei nostri capelli e decidere su un particolare tipo di prodotto o trattamento. Qui sotto potete leggere qualcosa di più su ciascuno di essi.

Questo sito web utilizza i cookie per offrirti la migliore esperienza utente. Se continuate a navigare state dando il vostro consenso all'accettazione dei suddetti cookies e all'accettazione del nostro politica dei cookie, clicca sul link per maggiori informazioni.

ACEPTAR
Aviso de cookies
error: Content is protected !!